Accedi al sito
Serve aiuto?

News

In vino veritas
In vino veritas: nel vino c'è la verità. O se si preferisce: sotto l'effetto del vino viene fuori la verità. Nessun'altra definizione potrà forse mai descrivere meglio cos'è il vino e qual è il rapporto che intercorre tra la bevanda e il suo bevitore. Tra il vino e l'uomo.
Il vino è fin dall'antichità un simbolo di libertà o meglio di liberazione dell'uomo. Sia essa una liberazione dalle proprie regole (intendendo per regole quel complesso sistema di leggi personali e sociali che modificano il comportamento) sia essa una liberazione dallo status in cui ci si trova ad essere (solitamente una prigionia, metaforicamente e non). Del vino si parla fin dai primordi della civiltà: possiamo ricordare la biblica ubriacatura di Lot, l’apparire della terra promessa agli Ebrei dove si parla della vite, dell’uva e del vino. Un simbolo tanto stretto e fortemente vincolato a tale concetto da esserne quasi sinonimo e per questo, nel mondo greco, il vino venne addirittura divinizzato nella figura di Dioniso e raffigurato con la figura del satiro (mezzo uomo e mezzo bestia). Un simbolo che è anche rito nell'atto del brindisi, prologo al bere e momento fondamentale di incontro (o simposio, dal greco sun-pino = bere insieme). Spesso incipit d'altissimi dialoghi verso la conoscenza o di terribili accadimenti epici.